IL PORTO ONLUS ACCOGLIENZA IMMIGRATI | La Maison de Mariama – 20 aprile
l'associazione il porto onlus, ILPORTO-ONLUS, IL PORTO ONLUS, prevede percorsi accoglienza e integrazione a favore di immigrati presenti sul territorio di Ponte san pietro , mapello, dalmine e provincia di bergamo, referente Marco Ravasio
accoglienza immigrati, integrazione, solidarietà, scuola lingua, esami licenza scolastica, inclusione e cittadinanza, Scuola di alfabetizzazione, aggregazione e socializzazione , Agenzia dell’Integrazione Bergamo, IUS SOLI, scuola di alfabetizzazione per donne straniere, Marco Ravasio, Registro Regionale del Volontariato, volontari, volontariato, sportelli d’ascolto, inserimento degli stranieri, relazioni di solidarietà e di sensibilizzazione, Associazioni di volontariato, iniziative e attività culturali, LEGGE SULLA CITTADINANZA, Marco Ravasio,
16257
post-template-default,single,single-post,postid-16257,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,transparent_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

La Maison de Mariama – 20 aprile

 

Un nostro studente della scuola di italiano per migranti di Dalmine ci ha chiesto di aiutarlo a continuare l’attività di volontariato che la sua mamma svolgeva in Senegal.
La mamma di Omar, che viveva a Dakar nel quartiere Medina, si è sempre preoccupata di aiutare i bambini di questa zona raccogliendo abiti, materiale scolastico, giocattoli e tutto ciò che potesse servire ad un bambino per vivere e per andare a scuola.

Da poche settimane la signora Mariama non c’è più e Omar, con sua moglie e con  i suoi fratelli, che vivono in Senegal, ha pensato di continuare, in sua memoria, l’attività della mamma fondando l’associazione “La maison de Mariama” .
Dietro sua richiesta il Porto, con i volontari della scuola, vuole promuovere una raccolta di abiti, materiale scolastico e giocattoli per bambini da 2 a 14 anni per ridare l’avvio all’attività iniziata dalla signora Mariama.

Il termine per la raccolta è entro il 20 aprile 2019.

 

 

 

 

 

Condividi sui social