IL PORTO ONLUS ACCOGLIENZA IMMIGRATI | IL GIARDINO DELLE PAROLE
l'associazione il porto onlus, ILPORTO-ONLUS, IL PORTO ONLUS, prevede percorsi accoglienza e integrazione a favore di immigrati presenti sul territorio di Ponte san pietro , mapello, dalmine e provincia di bergamo, referente Marco Ravasio
accoglienza immigrati, integrazione, solidarietà, scuola lingua, esami licenza scolastica, inclusione e cittadinanza, Scuola di alfabetizzazione, aggregazione e socializzazione , Agenzia dell’Integrazione Bergamo, IUS SOLI, scuola di alfabetizzazione per donne straniere, Marco Ravasio, Registro Regionale del Volontariato, volontari, volontariato, sportelli d’ascolto, inserimento degli stranieri, relazioni di solidarietà e di sensibilizzazione, Associazioni di volontariato, iniziative e attività culturali, LEGGE SULLA CITTADINANZA, Marco Ravasio,
15283
page-template-default,page,page-id-15283,ajax_fade,page_not_loaded,,transparent_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

 

 

IL GIARDINO DELLE PAROLE

 

 

Il giardino delle parole è un progetto della sede di Mapello.

 

E’ la scuola di alfabetizzazione per donne straniere: una scuola per insegnare a leggere, scrivere e parlare italiano. Fondata nel 2014 da un gruppo di volontari, tra i quali ex insegnanti e giovani studenti, accoglie ogni anno una quarantina di alunne residenti a Mapello o nei paesi vicini: marocchine, senegalesi, indiane, moldave, nigeriane e serbe.

 

 

 

 

Divise in classi in base alla conoscenza della lingua, alcune alunne partono da una condizione di analfabetismo quasi totale, altre raggiungono un livello A2. Molte di loro sono mamme, così, per permettere la frequenza al corso, è stato avviato un servizio di babysitteraggio durante le ore di lezione, accogliendo i figli non ancora iscritti alla scuola dell’infanzia.

 

 

 

La scuola quindi nasce con l’obiettivo di insegnare la lingua italiana alle donne straniere del paese, perché spesso sono poco partecipi all’interno della comunità e così non hanno occasione di apprenderla o utilizzarla, ma altro obiettivo importante è l’educazione alla cittadinanza. Infatti durante l’anno vengono organizzati incontri educativi e informativi, invitando a lezione medici, assessori, insegnanti, proponendo a volte anche piccole gite. Si vuole abbattere i muri del timore e della diffidenza dando opportunità a tutte le culture della comunità di incontrarsi, confrontarsi e scoprire la reciproca bellezza.
Il progetto riceve l’appoggio della parrocchia, che mette a disposizione le aule dell’oratorio per le lezioni, e il sostegno economico del Comune di Mapello, che incoraggia l’attività anche grazie all’introduzione di un bus navetta gratuito per permettere la partecipazione delle alunne provenienti dalla frazione di Prezzate.